“Luci”: una bad girl per Enz Benz

Ci siamo! Finalmente, dopo tanta attesa, da ieri è online il nuovo video del mio “fratellone” Vincenzo Da Via Anfossi aka Enz Benz feat. Ivan Granatino della traccia Luci

Nel video ovviamente ci sono anche io nella parte di bad girl: la storia è quella di una rapina in gioielleria, con tanto di inseguimento della polizia. Da lì “Luci”, che sta per luci della volante che ci rincorre! Abbiamo girato le scene quest’estate a Milano, per la regia di Gianluca Montesano aka Calu, noto per molti video di artisti famosi nella scena hip hop… Insomma, uno dei migliori registi in questo settore.

Ricordo quando Enzone mi ha chiamato per propormi questo video. Mi ha detto: «Luna qua mi stanno proponendo ‘ste modelle insulse, io voglio una tosta!». Come dirgli di no?! Tra l’altro Enzone, oltre a essere un grande rapper, è anche un caro amico. Abbiamo avuto modo di lavorare insieme quest’estate per qualche djset di Guè in giro per l’Italia ed è sempre un piacere avere un bodyguard come lui nei paraggi! :)

Quindi spegnete le LUCI e guardatevi questo bel video!

 

 

 

 

 

Ci vediamo all’Upset?

Alcuni di voi mi hanno chiesto quando ho le prossime serate in discoteca. Devo premettere che in questo periodo sono molto concentrata sul lavoro di tatuatrice (si era capito? ;) ) e quindi sto prendendo un po’ meno ingaggi da dj. Qualche serata comunque la faccio sempre e sempre molto volentieri, sia perché continua a divertirmi un casino sia perché resta il mio lavoro (o almeno uno dei miei lavori).

Quindi, per chi è in zona, sono lieta di annunciare che venerdì 19 dicembre sarò all’Upset di Seriate, in provincia di Bergamo. È la prima volta che ci suono e sono molto contenta perché una delle cose che rende bello questo lavoro è scoprire ogni volta posti, gente e tendenze nuovi, diversi. Vabbé, chiaramente per posti intendo locali, perché mi piacerebbe tanto visitare anche le città, solo che ci riesco veramente, veramente di rado. Alla fine devo ammettere che mi riesce meglio quando suono all’estero che in Italia, perché col fatto che il viaggio è più lungo poi magari mi fermo un giorno in più.

Ah, a proposito di estero. A un certo punto sembrava che dovessi andare a suonare a Capo Verde per Capodanno. Praticamente mi stavo già misurando i costumi e robe così, poi non se n’è fatto più niente perché il biglietto di ritorno era dopo appena… 14 giorni! Ero pure stata tentata di dire “dai, non torno proprio più e a posto così”, poi ho pensato alle cose che ho da fare qui e al fatto che se devo cambiare allora c’è L.A. che mi aspetta e ho lasciato perdere. Comunque, fa niente, consoliamoci pensando che sarà lo stesso un capodanno favoloso, anche se ancora non so dove, come e con chi.

Io, le amiche e… French Montana

French Montana in Italia! Ieri sera a Milano c’è stata un’altra bella serata “di gratto” (voce del verbo “grattare il fondo”, tipica espressione usata da noi milanesi quando la serata prende il volo e tu prendi la strada della devastazione). 

Dopo qualche anno ho rimesso piede nella discoteca che una volta si chiamava De Sade e che ora invece si chiama ClubHaus80s. In onore del mitico French Montana ho raggruppato le mie solite amiche e siamo andate a ballare! Una delle più belle serate dell’ultimo periodo!

Nel privé c’erano tutti gli amici di sempre e ci siamo stradivertite! Verso le 2 c’e stato il mini concerto di Montana, ed è stato una vera bomba! Che dire, a Milano non ci divertiamo mai! ;) 

luna clubhaus80s french montana

luna & co french montana

Pussy psicopatiche ad un concerto rap

Chi mi segue sa benissimo che nella mia vita ci sono cose di cui proprio non potrei fare a meno. La più importante sono le mie amiche. Ci sono donne portate per essere fidanzate, alcune sono solitarie, io invece se non sono sempre circondata da quelle quattro sgallettate delle mie best friends non sono contenta :) . Dico sgallettate per ridere (che poi leggono e chi le sente!), ma anche perché siamo proprio sgallettate!! Insomma, per capirci, un gruppo di matte, ecco.

Non immaginatevi però delle sfigate che escono il sabato sera alla ricerca dello spogliarellista di turno nel locale più commerciale della città… per carità. Noi siamo tutto l’opposto: usciamo per stare tra di noi, i posti frequentati sono sempre gli stessi (e spesso preferiamo le serate alcoliche in casa)…. E per divertirci niente Hollywood o Byblos (se non qualche volta alle 4 del mattino in extremis), ma semplicemente una bella birretta nel solito bar Cuore, in zona Colonne di San Lorenzo e qualche volta, anzi spesso, si va a qualche bel concerto rap di qualche amico. Questo è stato esattamente ciò che abbiamo fatto sabato scorso.

Allora, partiamo innanzitutto con la formazione della squadra di battaglia: in attacco Luna Graziano (ovviamente :) ), in centrocampo Elisa Santoro (detta anche la “mitica Gianna”) e, infine, in porta, eccezionalmente tornata in squadra da poco (dato il recente “prendiamoci una pausa” da parte del suo fidanzato), Marianna Bertolino (detta anche la Berta). Con una squadra “fortissime” così non potevamo che decidere di andare a sentire un bel concertone rap di quelli seri, quindi siamo andate a Legnano a vedere il concerto di Noyz Narcos, rapper romano che non ha bisogno di presentazioni.

Il posto era sold out e faceva un caldo che nemmeno ve lo dico, ma comunque il concerto è stato molto bello, ci siamo divertite, abbiamo cantato a squarciagola con la vodka in mano e Marianna forse per un attimo s’è pure scordata che il fidanzato l’aveva smollata (ma giusto per un attimo). Sul palco anche Salmo, altro grande artista. Insomma una bella serata delle nostre tipiche serate milanesi tra amiche, finita come sempre con un mega panino super calorico, con tanto di salamella e maionese per non farci mancare nulla insomma! Oltre alle foto (fatte col cellulare e al buio, siate comprensivi!), vi posto anche un bel video del concerto. Check it! Ciao!

 

Here we are, On The Moon Floor

Più o meno è capitato a tutti. Incontri una persona nuova e quella come prima cosa ti chiede: “E tu che fai nella vita?”. Ecco, sono quasi sicura che la maggior parte di voi non ha problemi a rispondere: l’avvocato, la segretaria, la ballerina, l’idraulico… Per quanto mi riguarda, invece, rispondere a quella domanda così semplice e banale non è mai facile. Non è che io non abbia niente da dire, è solo che nella vita faccio una cifra di robe, un po’ per lavoro un po’ per hobby.

Mi piacciono l’arte, la musica, la cucina, la moda, i tatuaggi, i viaggi e la finisco qua altrimenti andiamo avanti all’infinito. Di qualcosa ho perfino fatto un mestiere. Ma partiamo dall’inizio: ero a cena con questa amica di una mia amica, che prima mi ha chiesto cosa facessi e poi mi ha detto “senti un po’, tu fai un sacco di cose fighe, ma perché non fai un blog?”. Io, veramente, non c’avevo mai pensato. Dopo quella cena, però, ho iniziato a pensarci, pensarci e ripensarci. E, insomma, sono andata leggermente in loop. Perché non faccio un blog? Perché non faccio un blog?

Ma infatti ora smetto di pensarci e lo faccio, un blog. Anche perché è un periodo della mia vita in cui ho parecchi progetti nuovi e, sì, anche io, come l’amica della mia amica, penso che siano tutte cose fighe! E ho voglia di condividerle più e meglio di quanto già non faccia sui social. Quindi, questo sarà un life blog, un posto in cui parlo della mia vita e dei miei interessi, che poi è come dire: music, tattoo, street style e good life, On The Moon Floor. E questo è quanto. Baci!