Salento, musica e tatuaggi

Oggi torno a parlare delle mie due grandi passioni: musica e tatuaggi. In estate le potrò vivere insieme in un grande evento: la prima edizione della Salento Ink Tattoo international convention, che si svolgerà dal 12 al 14 giugno 2015 a Brindisi.

Io sarò presente in qualità di dj, in uno dei dj set previsti durante la manifestazione, insieme a concerti live, eventi di cultura e tanti altri appuntamenti. Insomma, mi aspetto un festone di 3 giorni. Tutto ciò senza togliere importanza al vero cuore della manifestazione: il mondo dei tatuatori che sarà rappresentato nomi di altissimo livello come Luca Natalini, Eddy Perminovas (artista lituano famoso a livello internazionale per i lavori che esegue sulle star di Hollywood), Riccardo Bottino e tantissimi artisti provenienti da ogni parte del mondo.

Non è detto che non decida anche io di fare qualche tatuaggio… vedremo! Comunque, ragazzi, io sono gasatissima e non vedo l’ora che sia giugno, anche perché il Salento è un posto magico di per sé, e non sarà difficile unire “lavoro” e piacere! Se vi trovate in zona, secondo me, vale la pena fare un salto. So che l’evento si svolgerà all’interno dell’area commerciale Le colonne di Brindisi e che prevede 4 aree tematiche: l’area tattoo convention, sviluppata su 4mila mq di superficie coperta; l’area concerti; l’area seminari e stampa; l’area show esterna.

Credo di aver detto più o meno tutto. Ora non ci resta che aspettare giugno e decidere nel frattempo cosa farci tatuare e da chi. Di scelta ce n’è tanta! E, soprattutto, ricordatevi di prepararvi al mio dj set che sarà una bomba, perché quando sono gasata spacco tutto!! :) Vi posto qualche foto rubata dai social. Invece, se siete dei tatuatori e volete partecipare, sul sito c’è una sezione dedicata. Non mi resta che darvi appuntamento a giugno! Be there! Yo

salento ink flyer

salento ink flyer 1

oggi si torna a parlare delle mie due grandi passioni ovvero musica e tatuaggi, mischiate insieme in un grande evento che si terrà a giugno : ovvero la prima edizione della SALENTO INK TATTOO international convention! Musica, spettacoli, cultura e tattoo saranno gli ingredienti di questa importante manifestazione che si svolgerà dal 12 al 14 giugno 2015 a Brindisi. Parlavo di mix delle mie passioni perché io sarò presente in qualità di dj, infatti nei 3 gionri di connvention  sono previsti concerti live, dj set, eventi di cultura e chi più ne ha più ne metta! un vero festone di 3 giorni insomma. Tutto ciò senza togliere importanza al vero fulcro della manifestazione, ovvero l'apporto del mondo dei tatuatori che vanterà nomi di altissimo livello come Luca Natalini, Eddy Perminovas (artista lituano famoso a livello internazionale per i lavori che esegue sulle star di holliwood) , riccardo Bottino e tantissimi artisti provenienti da ogni parte del mondo. Non è detto che non decida anche io di fare qualche tatuaggio…vedremo! comunque ragazzi, io sono gasatissima e non vedo l'ora che sia giugno, anche perché il salento è un posto magico di per se, e non sarà difficile unire "lavoro" e piacere in quei 3 giorni! Chiunque fosse in zona dovrebbe secondo me fare un salto.. per quanto so l'evento si svolgerà all'interno dell'area commerciale Le colonne di Brindisi e prevede 4 aree tematiche, l'area tattoo contentino sviluppata su 4000mq di superficie coperta, area concerti, area seminare e stampa e area show esterna. credo di aver detto più o meno tutto… ora nn ci resta che aspettare giugno e decidere nel frattempo cosa farci tatuare e da chi! di scelta ce n'è tanta! e soprattutto… ricordatevi di prepararvi al mio dj set che sarà una bomba, perché quando sono gasata spacco tutto!! :) vi posto qualche foto rubata dai social (su facebook la pagina ufficiale è questa  https://www.facebook.com/SalentoInkTattoo?fref=ts   mentre il sito web è questo www.salentoinktattoo.com  (nel sito credo ci sia anche una sezione dedicata alle adesioni da parte dei tatuatori che volessero partecipare…quindi nn manca proprio nulla! non mi resta che aspettarvi numerosi per ascoltare buona musica e farsi fare qualche bel pezzo dagli artisti presenti! be there! yo

 

 

La dura vita della blogger…

Vi ho raccontato come mi è venuta l’idea del blog. Ecco, ora che ho superato (quasi) indenne la mia prima settimana, vi voglio raccontare come è andata la messa online. Così, tanto rendervi partecipi proprio di tutto.

Allora, era la mattina di lunedì scorso, dovevo iniziare il corso di igiene e sicurezza per fare la tatuatrice, mi ero preparata tutto nei giorni precedenti, domenica avevo fatto l’ultimo controllo. Tutto a posto, no? Dovevo solo cliccare “pubblica”.

E invece no! Vado a pubblicare e scopro che una delle tre fotine in altro rimaneva vuota, perché i post erano solo due, l’intro e quello sulla serata all’Ans. La pagina About, che pure avevo scritto, non entrava nelle featured. La rovina. Voglio dire, non puoi lanciare un blog e partire con una casella grigia sulla home. Allora ho pensato: posto una foto (Just me). E voglio sottolineare che ancora oggi la trovo un’idea brillante. Peccato che nella realizzazione qualcosa sia andato storto.

Comunque, per farla breve, siccome non potevo arrivare tardi al “primo giorno di scuola”, ho dovuto chiamare una mia amica, spiegarle al volo le cose, chiederle di copiare e incollare tutto in nuovi post, buttare i vecchi e quindi, finalmente, pubblicare per bene.

Questo per dire: 1) Gli amici! 2) La dura vita della blogger 3) La tecnologia non perde mai occasione per dimostrarsi bastarda. Ma noi, a quanto pare, riusciamo a essere sempre più bastardi di lei (almeno per ora, ma non lo voglio dire troppo forte perché anche i prossimi lunedì saranno esattamente come lunedì scorso e oggi e non vorrei sfidare troppo la sorte…).

Primo giorno di scuola

Ormai sapete che mi sto appassionando al mondo dei tatuaggi e che la mia carriera da aspirante tatuatrice sta andando avanti. Quello che però, forse, la maggior parte di voi non sa (e sinceramente non lo sapevo nemmeno io fino a poco tempo fa) è che per poter esercitare la professione del tatuatore è necessario un attestato rilasciato dalla Regione. Per ottenere questo attestato si deve frequentare un corso di minimo 40 ore sull’igiene e sulla sicurezza sul luogo di lavoro. Quaranta lunghissime ore durante le quali si imparano cose come anatomia, pericoli di malattie, gestione dei rischi… etc. etc. Alla fine, per ricevere l’attestato, bisogna anche fare un test.

Di questi corsi ne esistono parecchi e, dato che si tratta comunque di corsi a pagamento (e non costano nemmeno poco), vi voglio dare qualche consiglio e qualche dritta nel caso vi possa interessare diventare dei tatuatori professionisti. Innanzitutto, assicuratevi che il corso che state per frequentare sia riconosciuto dalla Regione prima di pagare qualsiasi quota d’iscrizione!!! Esistono molti corsi “fake”, che rilasciano attestati che non valgono nulla! Io (su consiglio di un’amica tatuatrice) ho iniziato il mio alla Mediadream Accademy, ma so che ci sono molte altre scuole valide, basta cercarle con un po’ di attenzione.

Sarò sincera come prima lezione non è stata poi così male, al di là dell’ironia che si può fare su un corso che dura 8 ore, che tratta argomenti non proprio divertenti e che per di più si svolge sempre di lunedì. Il docente è un simpatico signore tutto tondo, che non vi permette di distrarvi nemmeno un attimo dato che ogni due minuti fa domande alle classe su ciò che sta spiegando. Questo è un bene, altrimenti io con la mia soglia di attenzione pari a quella di una formica probabilmente avrei cominciato a russare dalla prima ora.

Questo corso si svolge dalle 9.30 alle 18.30 per 5 lunedì di fila, ma ogni “scuola” ha le sue modalità di frequentazione. Ci tengo a precisare che in questo corso (almeno, in quello che sto frequentando io) non insegnano a tatuare, per quello bisogna arrangiarsi da soli! Io, personalmente, consiglio di trovare uno studio dove qualcuno abbia la voglia e la pazienza di insegnare, altrimenti bisogna fare da autodidatti (con tutto ciò che questo comporta) o frequentare altri tipi di corsi (ma in questo caso penso che i prezzi siano superiori a quello che sto frequentando io).

In ogni caso, prima di prendere qualsiasi iniziativa, informatevi, controllate bene tutto e chiedete informazioni a qualcuno che ha già intrapreso questo percorso! Bene, spero di essere stata utile ai futuri aspiranti tatuatori che stanno leggendo… Io ora scappo perché ho un bel malloppo di roba da studiare se voglio passare il test! Ciao!

Ink passion (e un po’ di musica seria)

Ormai quasi tutti sanno della mia passione per i tatuaggi. Ciò che, invece, probabilmente alcuni di voi non sanno è che da un mese (ma forse anche meno) ho iniziato a “lavorare” (lo metto tra virgolette perché sarebbe più corretto dire “imparare”) in uno studio di tatuaggi di Milano. È L’Ans Tattoo & Piercing di via Cesare Balbo.

Come molte cose della mia vita, è successo tutto un po’ per caso: una cara amica mi ha messo in contatto col proprietario e così un bel giorno mi sono presentata là dicendo che avevo una gran voglia di imparare quel lavoro. Stefano e sua moglie mi hanno subito accolto in “famiglia” e con loro anche Nicolas, un ragazzo che sta imparando l’arte dell’inchiostro come me, e Samuele, il ragazzo che si occupa della reception e della parte burocratica del negozio. Ho scoperto di avere una grande passione anche nel tatuare e sto cominciando pian piano a fare i miei primi lavoretti su amici, estranei e ogni tanto anche su me stessa!

Vi posto le foto di un evento che abbiamo organizzato qualche giorno fa per divertirci e promuovere un po’ lo studio. Abbiamo montato anche la mia consolle e pompato un po’ di musica seria. Ovviamente, suonavo io ;-) Penso che presto rifaremo qualche evento simile in studio perché ci siamo divertiti parecchio! Vi tengo aggiornati. Nel frattempo chi volesse farsi tatuare dalla sottoscritta (o da Stefano, il mio “capo” ) può venirmi a trovare. Vi lascio il link al sito dell’Ans così vi fate un’idea e vedete dove siamo! A presto, Luna.

Ps: Oggi inizio il corso di igiene e sicurezza obbligatorio per lavorare. Domani vi dico!

Ans Tattoo Studio interno

Ans Tattoo studio interno

Ans Tattoo studio apertura

Serata d'apertura Ans Tattoo studio

Ans Tattoo Studio apertura

Here we are, On The Moon Floor

Più o meno è capitato a tutti. Incontri una persona nuova e quella come prima cosa ti chiede: “E tu che fai nella vita?”. Ecco, sono quasi sicura che la maggior parte di voi non ha problemi a rispondere: l’avvocato, la segretaria, la ballerina, l’idraulico… Per quanto mi riguarda, invece, rispondere a quella domanda così semplice e banale non è mai facile. Non è che io non abbia niente da dire, è solo che nella vita faccio una cifra di robe, un po’ per lavoro un po’ per hobby.

Mi piacciono l’arte, la musica, la cucina, la moda, i tatuaggi, i viaggi e la finisco qua altrimenti andiamo avanti all’infinito. Di qualcosa ho perfino fatto un mestiere. Ma partiamo dall’inizio: ero a cena con questa amica di una mia amica, che prima mi ha chiesto cosa facessi e poi mi ha detto “senti un po’, tu fai un sacco di cose fighe, ma perché non fai un blog?”. Io, veramente, non c’avevo mai pensato. Dopo quella cena, però, ho iniziato a pensarci, pensarci e ripensarci. E, insomma, sono andata leggermente in loop. Perché non faccio un blog? Perché non faccio un blog?

Ma infatti ora smetto di pensarci e lo faccio, un blog. Anche perché è un periodo della mia vita in cui ho parecchi progetti nuovi e, sì, anche io, come l’amica della mia amica, penso che siano tutte cose fighe! E ho voglia di condividerle più e meglio di quanto già non faccia sui social. Quindi, questo sarà un life blog, un posto in cui parlo della mia vita e dei miei interessi, che poi è come dire: music, tattoo, street style e good life, On The Moon Floor. E questo è quanto. Baci!